CARBON FOOT PRINT (CFP)

servizi-agrosistemi-carbon-foot-print

Cos'è

Carbon footprint (impronta di carbonio) è una misura che esprime il totale delle emissioni di gas ad effetto serra associate direttamente o indirettamente ad un prodotto, ad un servizio o ad una Organizzazione.

La sua quantificazione nell’ambito di un Sistema è quindi collegata alla stima dei gas ad effetto serra (GHG – Greenhouse Gases) espressi dal Protocollo di Kyoto (quali: anidride carbonica, CO2; metano, CH4; protossido d’azoto, N2O; idrofluorocarburi, HFCs; esafluoruro di zolfo, SF6; perfluorocarburi, PFCs), ciascuno dei quali viene poi ponderato per il suo contributo individuale all’aumento dell’effetto serra (cioè il suo “potere climalterante”, il Global Warming Potential – GWP) rispetto a quello della CO2.

Il valore (ponderato) legato al contributo climalterante di tutti i sopraccitati gas serra emessi durante il ciclo produttivo viene così espresso in termini di CO2eq (CO2 equivalente).

Il calcolo della carbon footprint concerne sia il prodotto/servizio che l’organizzazione nella sua interezza.

Il calcolo della carbon footprint di prodotto (CFP) comprende la quantificazione di tutte le emissioni di gas ad effetto serra (GHG) lungo tutto il ciclo di vita del prodotto, dall’estrazione delle materie prime allo smaltimento finale del prodotto.

 L’intero ciclo di vita del prodotto è anche definito “dalla culla alla tomba” (from cradle to grave).

Sebbene il calcolo della carbon footprint di prodotto più rappresentativo sia quello che include tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto, spesso il calcolo viene svolto solo per alcune fasi selezionate.

Il calcolo della carbon footprint di organizzazione avviene mediante utilizzo di due standard internazionali uno emesso dal WRI/WBCSD (GHG Protocol) e l’altro dall’ISO (ISO 14064-1).

Entrambi prevedono, pur utilizzando diverse denominazioni, l’obbligatorietà di considerare le emissioni di GHG prodotte direttamente dall’organizzazione e quelle indirettamente generate nella produzione dell’energia elettrica e termica che l’organizzazione utilizza.

A cosa serve

L’obiettivo principale della CFP è lo sviluppo di una policy aziendale, volta a costruire la propria reputazione ambientale, e dimostrare ai clienti o alle istituzioni la propria “accountability” in materia di lotta ai cambiamenti climatici (Climate Change).

Tale certificazione consente di avere quella visibilità “ Eco-friendly”, essenziale sia per la competitività aziendale nella “ Green Economy” che per lo sviluppo di modelli di business in grado di coniugare Profitto e Ambiente.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci ed un nostro consulente ti risponderà in tempi brevi

A chi si rivolge

Tale certificazione si rivolge a tutte le tipologie di organizzazioni, Profit e no- Profit.

Come ottenerla

Chi intende certificarsi, deve implementare i seguenti steps:

  1. valutazione documentale dello studio di Carbon Footprint, dei fogli di calcolo e formule utilizzati;
  2. verifica on site dell’acquisizione dati e modellizzazione dei calcoli effettuati all’interno del software usato per l’analisi;
  3. revisione indipendente da parte di un tecnico qualificato estraneo al team di audit;
  4. verifica annuale per il mantenimento del certificato.

Il consulente accompagna l’Azienda durante tutto il percorso, con incontri tecnici per fornirle una serie di strumenti e suggerimenti, seguendola fino alla certificazione. I tempi per la certificazione variano molto rispetto alle dimensioni, l’impegno e la motivazione dell’organizzazione di certificarsi. Con l’obiettivo di ottenere e mantenere la certificazione, il consulente definisce con l’Azienda un percorso mirato e personalizzato.

Servizi correlati

CARBON FOOT PRINT (CFP)

Carbon footprint è una misura che esprime il totale delle emissioni di gas ad effetto serra associate direttamente o indirettamente ad un prodotto, ad un servizio o ad una Organizzazione.

leggi altro
WATER FOOT PRINT (WFP)

L’impronta idrica è un indicatore multidimensionale che quantifica i potenziali impatti ambientali legati all’acqua.

leggi altro
LIFE CYCLE ASSESSMENT (LCA)

LCA è uno strumento utilizzato per analizzare l’impatto ambientale di un prodotto, di un’attività o di un processo lungo tutte le fasi del ciclo di vita.

leggi altro
ENVIRONMENTAL PRODUCT DECLARATION – EPD (DAP)

La Dichiarazione Ambientale di Prodotto è uno schema di certificazione volontaria di prodotto, nato in Svezia ma di valenza internazionale, sviluppato in applicazione della ISO 14025.

leggi altro

Vuoi ricevere maggiori informazioni?